Dragonball GT - Capitolo 9


| Dragon Ball | Dragonball Z | Dragonball GT | Aggiungi ai Preferiti | Policy Privacy |



Torna alla home di Dragonballz
Goku nella sua versione Anime

 

Dragon Ball GT Capitolo 9



Tutto pare essere tornato alla normalità se non che, nel momento in cui il Varco si era aperto, nonostante la presenza dei coraggiosi Super Saiyan a difendere efficacemente la Terra, c'erano stati comunque dei morti, parecchi feriti e tanta, tanta distruzione. L'unica soluzione a quel tremendo problema è quella di evocare il drago delle sette sfere Shen Ron per chiedergli di far tornare la Terra alla normalità ripristinandola ancora una volta. Le sfere del drago, comunque sia, già si presentano in maniera abbastanza strana... di fatti, paiono essere lievemente incrinate, ma nessuno, preso dalla foga del momento ci fa caso. Il drago delle sette sfere Shen Ron viene ugualmente invocato, ma questa volta non appare davanti ai nostri eroi con la sua forma "normale" di drago di colore verde, bensì con un pigmento scuro e abbastanza inquietante. Tra le altre cose quando verrà espresso chiaramente il desiderio, il Drago Shen Ron si rifiuterà categoricamente di accondiscenderlo.


Non era mai accaduto fino ad allora, nella storia di tutte le serie di Dragon Ball! Il drago oscuro si divide in sette draghi più piccoli ed esattamente come accade con le sette sfere del drago quest'ultimi si sparpagliano qua e a la per i quattro angoli del pianeta. Contemporaneamente le sette sfere del drago (ciascuno di questi draghi possiede - inglobata nel proprio corpo - una delle sette sfere del drago) hanno assunto anche loro un colore oscuro. Naturalmente urge immediatamente una spiegazione a quell'evento assolutamente inspiegabile. Per fortuna che a quel punto giungono immediatamente al cospetto dei vari eroi sia Kibito che il grande Kaio Shin. I due spiegano subito che cosa è successo.

Durante il corso degli anni e degli eventi, le sette sfere del drago erano state raccolte e usate per invocare il drago Shen Ron moltissime volte. Ogni qual volta che si esprimeva un desiderio, anche a fin di bene (come resuscitare un valoroso guerriero caduto in battaglia) tutte la negatività che derivava da esso (in questo caso la morte) veniva assorbita nelle sfere del drago le quali piano piano si erano corrotte fino a raggiungere un punto di rottura manifestata, per l'appunto dalla creazione dei sette draghi del male. Come se non bastasse Kibito e il Grande Kaio Shin spiegano a Son Goku e ai suoi amici che questo particolare avvenimento era già accaduto in un passato ormai lontano. Allora i sette draghi del male si erano formati e dopo di ciò l'intera galassia aveva corso il gravissimo rischio di essere completamente annientata da quest'ultimi. Si tratta, perciò, di un problema da non sottovalutare assolutamente! Il nostro coraggioso eroe, però, pare essere piuttosto fiducioso di se' e così convince tutti gli altri a lasciarlo fare. Sarà solo lui che tenterà di sconfiggere tutti e sette i draghi del male. Pan, la sua nipotina, in maniera molto testarda, costringe suo nonno a portarla con se' per aiutarlo nell'impresa. Inizialmente Son Goku non è per nulla d'accordo, ma poi, alla fine accondiscende, sfiancato dalla personalità pressante della ragazzina.

La missione ha quindi inizio! Ovviamente il primo bersaglio sarà il drago della sfera che si trova più vicina al nostro eroe in quel momento e destino vuole che questo drago sia quello della acque. Si tratta di un drago di mare che trae tutta la sua energia, per l'appunto dall'elemento dell'acqua. Non appena Son Goku raggiunge il suo primo avversario nota subito che quest'ultimo è in possesso della sfera del drago con due stelline. Il nome del drago di acqua è Ryan Shen Ron. Ryan Shen Ron spiega al nostro coraggioso eroe che egli era nato nel momento stesso in cui fu espresso il desiderio di riportare alla vita Bora, il padre di Upa (questi eventi sono molto vecchi e risalgono addirittura alla prima serie di Dragon Ball! Bora era una sorta di indiano ed era stato brutalmente ucciso da uno dei nemici di Son Goku quando quest'ultimo era ancora un bambino. Va detto che Son Goku vendicò la morte di Bora e poi usò le sette sfere del drago per poterlo riportare alla vita dato che Upa era rimasto orfano di padre).

Ryan Shen Ron, traendo la sua forza proprio dall'acqua decide di trasformare un grazioso lago in una devastata palude nella quale egli è cento volte più forte del normale. La palude ha una duplice funzione: da un lato serve a Ryan Shen Ron per poter diventare sempre più potente, mentre dall'altro serve ad indebolire notevolmente i suoi eventuali avversari. Per questa stessa ragione Son Goku ha persino difficoltà a trasformarsi in Super Saiyan di quarto livello. Il combattimento si mette male se non che ad un certo punto il nostro eroe capisce che Ryan Shen Ron trae la sua forza dall'acqua... sì, ma dall'acqua impura! In maniera nettamente opposta l'acqua pura lo indebolisce notevolmente e così il super saiyan di quarto livello si serve appunto dell'acqua pura per poterlo mettere finalmente K O ed ottenere così la vittoria. Dopo la morte di Ryan Shen Ron, la sfera delle due sfere torna nelle mani di Son Goku e il contatto con questo valoroso guerriero fa sì che la sfera stessa da nera, torni al suo colore naturale (oro). In questo modo la prima sfera viene finalmente purificata.

Si riparte alla ricerca della seconda sfera del drago più vicina e destino vuole che essa sia nelle mani (o meglio... nelle grinfie!) del perfido drago del male di nome Uu Shen Rong. Anche in questo caso al drago Uu Shen Rong è associata una sfera, più precisamente la sfera del drago con cinque stelle e pure in questo caso viene spiegata con chiarezza il momento esatto in cui Uu Shen Rong aveva visto la luce.Egli, di fatti, si era formato quando le sette sfere del Drago erano state utilizzate allo scopo di riportare in vita Son Goku all'inizio della serie di Dragon Ball Z (si parla della vicenda dei Saiyan. All'inizio della serie di Dragon Ball Z Son Goku viene finalmente a conoscenza delle sue origini, scoprendo di essere un Saiyan, ovvero un guerriero sostanzialmente crudele proveniente dal pianeta Vegeta. Lo viene a sapere proprio da quello che pare essere il suo fratello e consanguineo, Radish il quale gli svela persino che il suo "nome di battesimo" era Kakaroth. In ogni caso Son Goku, rifiutandosi di diventare un distruttore come Radish finisce per dover essere costretto a combattere contro di lui aiutato, però, da Piccolo Junior. I due non riescono a fronteggiarlo e alla fine Son Goku si sacrifica tenendo fermo il fratello ben stretto per poter permettere a Piccolo Junior di ucciderlo con un raggio potentissimo il quale, però, finisce per perforare anche lo stesso Son Goku. Il nostro eroe verrà riportato in vita con le sfere del drago poco prima dello scontro con Nappa e il principe dei Saiyan, Vegeta, alla sua primissima apparizione nella serie).

Il drago Uu Shen Rong è di originale elementale pure lui, solo che non trae energia dall'acqua, bensì dalla energia elettrica. Apparentemente questo guerriero appare assolutamente imbattibile in quanto nemmeno Son Goku nello stadio di super saiyan di quarto livello pare essere capace di contrastrarlo. Uu Shen Rong capendo di essere nettamente superiore comincia ad attaccare con colpi assolutamente devastanti al fine di eliminare una volta e per tutte il suo nemico. Anche in questo caso pare che sia tutto sia perduto se non che, fortunatamente, inizia a piovere e siccome il corpo di Uu Shen Rong è pervaso completamente dall'energia elettrica, egli va a finire presto in una sorta di corto circuito. Uu Shen Rong perde così la sua energia che gli consentiva, per altro di acquistare parecchi metri di statura assumendo, così, un aspetto davvero inquietante e spaventoso. Naturalmente il nostro eroe ne approfitta immediatamente e lo sconfigge riuscendo, per altro, a recuperare e anche a purificare la sfera del drago, quella con cinque stelline.

Anche questa missione pare essersi felicemente conclusa ed ora è la volta del prossimo drago del male. Il più vicino si trova presso in villaggio piuttosto povero che vive principalmente di pesca. I pescatori del luoghi sostengono, di fatti, di avere incontrato una bellissima donna da quelle parti anche se il suo aspetto era abbastanza minaccioso. Si viene presto a scoprire che la donna in questione non era altri che uno dei sette draghi del male, l'unico, per altro, di forma prettamente femminile. Anche in questo caso il drago del male si presenta e dice di chiamarsi Ryuu Shen Rong. Questo particolare drago del male è associato alla sfera con sei stelle ed anche quest'ultimo ha visto la luce in occasione di un particolare desiderio espresso nel passato.

In tal caso Ryuu Shen Rong pare essersi formato quando Olong Oscar aveva espresso il desiderio di ottenere un bel paio di mutandine da donna (l'episodio si riferisce alla primissima parte della prima serie di Dragon Ball. In quella occasione Pilaf era quasi riuscito a esprimere il desiderio di diventare il padrone incontrastato di tutta la Terra, ma alla fine era sopraggiunto Olong Orong, un simpatico maialino, con la fissa delle belle donne ed anche un po' pervertito il quale piuttosto che vedere esaudito quel desiderio era riuscito ad esprimere per primo il desiderio, un po' futile, di avere un bel paio di mutandine da donna. E' da aggiungere, inoltre, che questo fu il primissimo desiderio espresso in tutta la serie di Dragon Ball). Ryuu Shen Rong è adiratissima perché era nata proprio da un desiderio stupido, forse il più stupido tra tutti quanti. Ovviamente dopo le presentazioni lo scontro ha inizio. Ryuu Shen Rong è un altro drago di tipo elementale e trae i suoi straordinari poteri dal vento; grazie al vento, di fatti, Ryuu Shen Rong è capace di dare vita a dei vortici di tremenda potenza, ma la forza del super saiyan di quarto livello, in questo caso, non conosce assolutamente ostacoli tanto che in pochissimo tempo il nostro coraggioso Son Goku riesce a sconfiggere Ryuu Shen Rong, recuperare la sfera del drago con sei stelline ed infine a purificarla.

Anche la terza sfera del drago è stata recuperata e questa volta con una notevole facilità. Son Goku e sua nipote si rimettono, così, in viaggio, in direzione della sfera successiva, quella più vicina. In questo caso potremmo dire che il quarto drago del male sia anch'esso un drago elementale, che trae la sua forza dalla terra, dato che in essa egli si nasconde per preparare dei potentissimi colpi. Effettivamente il drago del male in questo caso pare essere molto simile ad una specie di talpa. Pure in questo caso il Drago si presenta immediatamente e dice di chiamarsi Chii Shen Rong. Ovviamente anche a Chii Shen Rong è associata una sfera del drago specifica, ovvero quella con sette stelle. Esattamente come avveniva per tutti gli altri draghi del male, anche Chii Shen Rong è nato nello stesso istante in cui fu, nel passato, espresso uno specifico desiderio.

Chii Shen Rong nacque quando venne espresso il desiderio di riportare in vita tutte le persone uccise da Majin Vegeta (si fa riferimento, in tal caso, ad un fatto relativamente recente e comunque il più recente tra tutti, dato che si parla dell'ultima saga della seconda serie di Dragon Ball, Dragon Ball Z. In quella occasione, di fatti, Vegeta che si sentiva parecchio frustrato per il fatto che Son Goku continuava ad essere sempre più bravo di lui, ancora dominato da desideri di vendetta, di rivalsa, ma allo stesso tempo anche di distruzione, il principe dei saiyan decise di sua spontanea volontà di ricevere dentro di se' il grande potere di Babidy, l'essere malefico, trasformandosi, così, in Majin Vegeta. Majin Vegeta verrà sconfitto, ma nel mentre ucciderà moltissime persone innocenti. Si usarono le sette sfere del drago proprio al fine di riportare alla vita questa gente. Oltre a questo c'è da dire che Vegeta si pentì amaramente per quello che aveva fatto). Chii Shen Rong inizia ad ingaggiare immediatamente un fuorioso combattimento contro Son Goku il quale, però, pare trovarsi in netto vantaggio grazie all'aiuto della sua trasformazione in Super Saiyan di quarto livello.

La battaglia pare giungere in favore del nostro eroe quando, all'improvviso, un colpo di scena! Il drago del male talpa riesce ad assorbire la povera Pan la quale, involontariamente, finisce con il donare a Chii Shen Rong i poteri necessari per fargli assumere quella che viene detta essere la sua vera forma. Chii Shen Rong esce, quindi, in superficie e si mostra nella sua incredibile potenza. Con all'interno del suo corpo Chii Shen Rong si illude di poter battere Son Goku trasformato in super saiyan di quarto livello semplicemente dirigendo tutta l'energia distruttiva della ragazzina. All'inizio Son Goku non ha intenzione di combattere per paura di fare del male alla sua amata nipotina la quale, tuttavia, dimostrando un grandissimo coraggio supplica il nonno di combattere al pieno delle sue possibilità al fine di poter sconfiggere quell'orribile bestia! Chii Shen Rong pensa che Son Goku, di indole buona, non riuscirà comunque a ferire la sua nipotina e si sente al sicuro, ma Son Goku, convinto dalle parole di Pan si decide finalmente a passare al contro attacco e lo fa usando tutta la sua energia per creare una potentissima onda energetica che scaglia addosso al suo nemico.

L'onda pericolosamente rischia di eliminare anche la piccola Pan che, però, riesce a salvarsi, liberandosi in tempo della prigionia alla quale era stata sottoposta in precedenza da Chii Shen Rong. Il drago del male talpa pare essere finalmente sconfitto, ma ad un certo punto egli riappare nella sua forma vera e propria, ovvero un draghetto piccolissimo ed indifeso. Chii Shen Rong tenterà, invano, di tornare in possesso di un corpo, ma non ci riuscirà e verrà definitivamente eliminato da Son Goku il quale recupererà la sfera con le sette stelle e la purificherà immediatamente.








  Varie relative all'anime piu' amato di sempre  
 
  Sfere del Drago
 
 
 
 
 
 
  Draghi 1 - 2
 
 
 
 







| Policy Disclaimer | Mappa del sito | DB1 DB2 | DBZ1 Z2 Z3 Z4 | DBGT1 GT2 GT3 |
Copyright 2002-2013 Dragonball-Z.IT - Tutti i diritti Riservati