Dragonball - La storia di Dragon Ball - Capitolo 2


| Dragon Ball | Dragonball Z | Dragonball GT | Aggiungi ai Preferiti | Policy Privacy |



Torna alla home di Dragonballz
Goku nella sua versione Anime

 

Storia Dragonball - 2




2- Il simpatico genio delle tartarughe di mare Muten

- Capitolo 2: Il genio delle tartarughe di mare e la vecchia testuggine

Dopo poco tempo che i due sono in viaggio, la giovane Bulma si ferma all'improvviso e chiede a Son Goku di aspettarla. La ragione è presto detta: Bulma si sentiva incredibilmente sporca e così aveva esigenza impellente di farsi un bel bagno. Sfortuna vuole che mentre la ragazza si sta rilassando beatamente presso la fonte, giunge al suo cospetto un enorme bestione molto simile ad uno pterodattilo. Bulma, terrorizzata, inizia ad implorare l'aiuto di Son Goku che mai come in quell'occasione gli stava iniziando a tornare molto utile. Son Goku si fa catturare apposta per poi approfittarne per salvare e quindi liberare la sua compagna di avventure. Dopo che l'orribile bestione è stato sconfitto, il sole inizia a tramontare e così Bulma decide di fermarsi, almeno per il momento, e così, sempre da una capsula Hoi Poi, fa apparire dal nulla una piccola, ma accogliente abitazione dotata di tutti i comfort possibili ed immaginabili come, ad esempio, il frigorifero o anche la doccia.

Da questo momento in poi si susseguono delle scene molto divertenti nonché spassose. Per prima cosa Bulma dice chiaramente a Son Goku che non lo accetterà in casa se il bimbo non si farà lavare per bene da lei. Il povero Son Goku è costretto a farsi il suo primo bagno di tutta la sua vita (doveva puzzare parecchio!), insaponato per bene dalla ragazza. Dopo quella spiacevole tortura Bulma prepara la cena e la serve a tavola. Son Goku, però, non è abituato di certo a quei gusti sopraffini e così dice a Bulma che si andrà a cercare del cibo che gli fosse maggiormente consono. Il bimbo esce fuori di casa e va a caccia per poi tornare presso l'abitazione di Bulma con due prede appena catturate: trattasi di un enorme lupo e di un rivoltante millepiedi. Bulma, furibonda, gli dice che se si vuole cucinare quella roba allora dovrà farlo fuori di casa sua. Finalmente, dopo alcune piccole disavventure come queste, i due decidono di andarsene a letto per svegliarsi freschi a riposati il mattino dopo. Prima di coricarsi, però, Son Goku spiega a Bulma un po' del suo passato. Il bimbo era stato trovato dal nonno Son Gohan sulle montagne dove lei lo aveva incontrato.

Pare, di fatti, che Son Goku fosse stato abbandonato dai propri genitori forse anche per la strana coda che aveva. Son Gohan si sarebbe occupato di lui fino a quel momento, ma durante una notte di luna piena il povero vecchietto era stato sorpreso da un orribile mostro dall'aspetto di uno scimmione che lo aveva strangolato e quindi ucciso. Da allora Son Goku è rimasto da solo su quelle montagne vivendo di caccia e di pesca per poter tirare avanti. Bulma rimane piuttosto colpita da quella narrazione e permette a Son Goku di addormentarsi nel suo stesso letto. La ragazza, completamente distrutta da quella giornata a dir poco stressante, cade addormentata dopo una manciata di minuti. Son Goku, invece, pare non riuscire a chiudere occhio perché era sua abitudine dormire fra le gambe del suo nonno. Il problema è che quella zona del corpo in Bulma era così dannatamente diversa... la giovane, di fatti, era molto dura in quel posto a differenza del suo povero nonnino. Non riuscendo a comprendere la ragione di quella stranezza decide di togliere alla ragazzina le sue mutandine per vedere cosa ci fosse sotto. Son Goku rimane assolutamente impressionato dal fatto che a Bulma manchi totalmente il pisello. Controlla bene dappertutto, ma non lo trova. Alla fine a Son Goku non rimane altro da fare che addormentarsi, mancando, però di rimettere a suo posto le mutandine della giovane.

La mattina presto Son Goku si risveglia e appurando che Bulma stava ancora beatamente dormendo a letto, non sapendo cos'altro fare, si dirige fuori dove inizia a compiere il suo abituale allenamento. Mentre Son Goku si sta allenando duramente, per puro caso incontra una povera tartaruga di mare. La bestiola sa sorprendentemente parlare e rivela a Son Goku che si trova lì perché si è perso durante un'escursione in solitaria; chiede, quindi, al bambino, il grosso favore di dargli una mano per poter, quindi, fare ritorno alla sua adorata casa. Son Goku, dotato di un cuore d'oro, accetta ben volentieri di dare una mano... o per meglio dire, una zampa alla povera vecchia tartaruga di mare e così comunica a Bulma la sua ferma intenzione di voler adempiere a quel gesto così onorevole. La ragazza, però, è unicamente concentrata sulla ricerca delle sfere e si dice completamente disinteressata nell'aiutare quella vecchia tartaruga. La giovane dice a Son Goku che continuerà la sua strada da sola per poter trovare le sfere del drago che le rimanevano e così le strade dei due ragazzi si dividono, ma solo per poco, per fortuna. Son Goku, portando con se' la vecchia tartaruga di mare, inizia il suo percorso verso il mare, luogo in cui la bestiola vive. Durante il percorso, però, i due incontrano un altro essere molto pericoloso, trattasi di una specie di lupo che giunge al cospetto di Son Goku dicendosi fermamente convinto a volersi pappare quella succulenta tartaruga di mare. A quel punto giunge sul posto anche Bulma la quale, guarda caso, stava andando nella loro medesima direzione dal momento che la sfera più vicina si trovava giustappunto nel mare, sempre secondo il radar cerca sfere.


Son Goku, con la sua straordinaria potenza e la sua fantastica rapidità nei movimenti, non ci mette molto a fare fuori il pericoloso mostro. Il gruppo, così riunito e con l'aggiunta di un nuovo nonché strambo componente, giunge finalmente sulla riva del mare. Son Goku rimane completamente estasiato alla vista di quello spettacolo dal momento che in tutta la sua vita non aveva mai visto il mare. La tartaruga di mare è finalmente tornata a casa e comunica a Son Goku di volerlo ringraziare facendogli un dono speciale dal momento che era stato così gentile e premuroso nei suoi confronti. La tartaruga di mare chiede ai due il favore di attenderli proprio in quel luogo che sarebbe presto tornato con un bel regalo. I due decidono di comune accordo di rispettare i desideri della tartaruga di mare e così attendono sulla spiaggia. Dopo un po' di tempo ecco che all'orizzonte inizia ad apparire la tartaruga di mare di prima la quale, nuotando, sul suo dorso, porta un misterioso vecchietto dall'aria piuttosto arzilla. Il vecchietto ha la barba lunga e bianca, un paio di occhiali da sole, un vestito Hawaiano e un paio di sandali.

La strana figura si presenta con il nome di: Genio delle Tartarughe di Mare sostenendo di essere in possesso di un dono adeguato alla bontà del giovane Son Goku. Il vecchietto chiama a se', così, una misteriosa fenice, ma la bestia non si presenta al suo cospetto. La tartaruga di mare spiega al Genio che era completamente inutile chiamare la fenice dal momento che era deceduta molto tempo fa per una causa, invero, piuttosto ridicola per una potente fenice. In alternativa, però, il vecchio chiama a se' una fantomatica nuvola Spidi. La nuvola, dal colore d'oro, giunge puntualissima al richiamo del vecchio. Son Goku rimane meravigliato di quella cosa così strana e decide immediatamente di salirci su per poter provare l'ebbrezza del volo. Finita la prova anche Bulma si dice desiderosa di voler fare la stessa identica cosa, ma il vecchio le dice che per lei sarà praticamente impossibile emulare le gesta del ragazzino. La nuvola Spidi, di fatti, può essere "cavalcata" unicamente da chi possiede un cuore puro, senza alcun tipo di perversione e così, purtroppo, Bulma scopre presto che non è in grado di salire sopra alla nuvola Spidi che ormai, è diventata di proprità esclusiva di Son Goku. Bulma, perciò, reclama un suo regalo, sostenendo che era anche grazie a lei che la tartaruga era tornata finalmente a casa.

Il Genio delle tartarughe di mare chiede alla sua amica tartaruga se le cose fossero andate veramente così, ma la tartaruga rivela al vecchietto che fin da subito la giovane non voleva muovere un dito per lei. Il vecchietto è dubbioso sul da farsi e mentre riflette, la ragazza scopre una verità a dir poco sconcertante! Il genio delle tartarughe di mare, di fatti, ha una collana con sopra niente popò di meno che una sfera del drago! La ragazza dice di aver scelto il suo regalo e che vuole assolutamente quella sfera. Il genio delle tartarughe di mare si dice disposto a far dono alla giovane di quel misterioso oggetto solo se lei acconsentirà di mostrarle le sue mutandine. Bulma, sfacciatamente, accetta ed alza il suo largo abito per fargliele vedere... peccato, però, che sotto fosse completamente nuda dal momento che Son Goku le aveva sfilato l'intimo la notte precedente. Il vecchietto, non aspettandosi di vederla nuda, si eccita moltissimo e a causa di ciò inizia a perdere copiosamente il sangue dal naso. Completamente soddisfatto da ciò che aveva visto, il vecchietto si sfila subito la collana e consegna a Bulma la sua sfera del drago, quella con tre stelline dicendole che l'aveva trovata per puro caso sul fondo dell'oceano e che non sapeva che valesse così tanto. La sera stessa la ragazza, preparandosi per la notte, togliendosi l'abito, nota di non aver mai portato le mutandine per tutto quel tempo e capisce anche di essersi mostrata completamente nuda a quel vecchietto pervertito. Bulma rimane sconvolta ed anche la seconda giornata si chiude.

CAPITOLI - STORIA DRAGON BALL - Prima Serie

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71

--> cap 3 Olong, il maialino trasformista






  Varie relative all'anime piu' amato di sempre  
 
  Sfere del Drago
 
 
 
 
 
 
  Draghi 1 - 2
 
 
 
 







| Policy Disclaimer | Mappa del sito | DB1 DB2 | DBZ1 Z2 Z3 Z4 | DBGT1 GT2 GT3 |
Copyright 2002-2013 Dragonball-Z.IT - Tutti i diritti Riservati