Dragonball - La storia di Dragon Ball - Capitolo 3


| Dragon Ball | Dragonball Z | Dragonball GT | Aggiungi ai Preferiti | Policy Privacy |



Torna alla home di Dragonballz
Goku nella sua versione Anime

 

Storia Dragonball - 3




3- Olong il maialino trasformista

- Capitolo 3: Olong, il maialino trasformista -

La terza giornata inizia nel momento stesso in cui Bulma localizza l'ubicazione dell'ennesima sfera del drago che pare trovarsi all'interno di un villaggio. I due giungono sul posto, ma ricevono un'accoglienza a dir poco tremenda dal momento che gli abitanti del piccolo paese, alla vista del piccolo Son Goku si gettano su di lui tentando di aggredirlo e di sconfiggerlo. Né Son Goku né tanto meno Bulma riescono a comprendere la ragione di quello strano comportamento, ma molto presto e per fortuna, il maltinteso viene chiarito. Gli abitanti del villaggio, di fatti, pensavano che Son Goku fosse il terribile Olong (Oscar nella versione italiana). Ovviamente Bulma chiede spiegazioni su chi fosse mai quel terribile Olong e così le viene spiegato che Olong era una creatura malefica, a dir poco devastante, che si presentava di tanto in tanto al villaggio pretendendo di tutto e a volte rapiva anche delle bellissime fanciulle.

Nel frattempo Son Goku ha la fortuna di essere curato amorevolmente da una bambina che doveve essere data in dono al terribile Olong per poter placare le sue ire, almeno per un poco. A questo punto a Bulma viene in mente una cosa. La ragazza, di fatti, dice agli abitanti del Villaggio che, in cambio della sfera del drago, custodita gelosamente dalla anziana del paese, lei ed il suo amico avrebbero sconfitto definitivamente il terribile Olong e riportato la pace in quel luogo. Ovviamente tutti quanti accettano di buon grado lo scambio e così si inizia a ideare un piano geniale: dal momento che Olong stava per sopraggiungere sul luogo per rapire la bella figlia di uno dei paesani, si pensa di sostituirla. Inizialmente si pensa a Bulma, ma poi tutti capiscono che lei non avrebbe mai potuto sostituire la piccola dal momento che i suoi abiti non le stavano affatto e che comunque Bulma era una ragazza, mentre la vittima prescelta era poco più di una bambina. L'unica soluzione era quella di travestire lo stesso Son Goku il quale inizialmente si dice molto riluttante a volersi conciare da femmina. Molto presto giunge al Villaggio il terribile Olong il quale dice di volersi prendere la bambina. Esce fuori Son Goku.

Olong rimane molto dubbioso dal momento che si ricordava che la bambina fosse molto più carina e graziosa. Son Goku non sa che fare e Olong interpreta questa reazione come semplice timidezza da parte della bambina così le dice di attendere un attimo che sarebbe tornato con una forma migliore. Di ritorno Olong ha l'aspetto di un bellissimo fusto. Da dietro una casa, Bulma sbuca fuori, completamente rapita dalla bellezza di quell'uomo così prestante e bello sostenendo di voler essere rapita lei al suo posto. Olong non riesce a comprendere chi mai fosse quella giovane e allo stesso tempo nota che Son Goku fa la pipì in piedi. Il terribile Olong, così, in preda alla rabbia ed anche all'ira, si trasforma in un essere terribile dalla forma di un toro che fa paura a tutti quanti i presenti... tranne a Son Goku il quale inizia a percepire il trucco di Olong. Il bambino non è per nulla intimorito e, anzi, sostiene di essere perfettamente in grado di sconfiggerlo chiedendogli, quindi una sfida.

Olong, però, guardando l'orologio, fa uno strano sguardo e dice di avere una faccenda molto urgente da sbrigare, scappando, così, dal Villaggio. I paesani rimangono piuttosto sorpresi da quella sua reazione. Che si trattasse veramente tutto di un bluff?! Da fuori le mura del villaggio Olong, si trasforma di nuovo, ma stavolta prende il suo aspetto originale. In realtà il terribile Olong altri non è che un piccolo maialino (uomo maiale per essere più precisi), piuttosto pervertito - e questo spiega il perché fosse alla costante ricerca di belle donne. La strana creatura è molto bassa, di colore ovviamente rosa ed inoltre indossa degli abiti prettamente cinesi - una tunica di colore verde con un berretto dello stesso colore con sopra una stellina di colore rosso. Il suo potere? E' presto detto! Il piccolo Olong è in grado di trasformarsi in qualsiasi cosa voglia (uomini, creature bestiali o anche macchine!), però questo suo potere non è certo infinito dal momento che ha una durata di appena cinque minuti allo scadere dei quali, volente o dolente, Olong dovrà tornare a prendere i suoi "panni" originali. Olong fa ritorno al Villaggio con un aspetto ancora più minaccioso e crudele di prima. In tal modo, di fatti, Olong si illude di poter intimidire in qualche modo il suo avversario.

Son Goku, però, continua ad essere sicurissimo di se' e delle sue potenzialità ed inizia a prepararsi per lo scontro. Olong non sa che cosa fare dal momento che fino a quel momento gli era semplicemente bastato mostrarsi come una creatura gigantesca e minacciosa per poter incutere terrore a tutti quanti gli abitanti del Villaggio i quali realizzano finalmente che il terribile Olong non è poi così terribile e che egli, nonostante il suo aspetto a dir poco minaccioso, è in realtà un debole. Olong è finalmente alle strette, ma non si vuole arrendere e così, trasformatosi in un pipistrello, fugge via lontano. Son Goku, determinato a porre fine a quella incresciosa messa in scena, prende, chiama la Nuvola Spidi e con essa raggiunge quello strano essere, finendo per catturarlo. Una volta fatto ciò, Son Goku costringe Olong a rivelargli l'esatta ubicazione delle ragazze rapite in precedenza e così il maialino non ha altra scelta se non quella di acconsentire ad accompagnare non solo Son Goku, ma anche tutti quanti i membri del Villaggio, al posto nascosto. Sorprendentemente si scopre che le "povere" ragazze, in realtà tanto povere non erano. Le giovani, di fatti, si trovano tutte quante in una splendida nonché regale abitazione nella quale loro vivono nel lusso più sfrenato, andando in piscina, prendendo il sole e quant'altro. Olong spiega agli abitanti del Villaggio che egli chiedeva tutti quei soldi unicamente allo scopo di non far mancare nulla alle ragazze le quali, però, diventavano di giorno in giorno sempre più viziate e sempre più incontentabili.

Le giovani si rifiutano categoricamente di tornare al paese sostenendo di voler continuare la loro esistenza da "rapite" evitandosi, così, quei massacranti lavori nei campi. Olong, nonostante fosse stato smascherato, si dice in fin dei conti felice dal momento che così non dovrà più dannarsi allo scopo di mantenere tutte quelle fanciulle. Tutto si è ristolto, più o meno, per il meglio e quindi l'anziana del Villaggio, rispettando gli accordi, consegna a Bulma e a Son Goku la famigerata sfera del drago, quella con sei stelline. Bulma è molto felice, ma non si limita a prendersi la sfera del drago. La ragazza, di fatti, chiede a Olong di seguire sia lei che Son Goku perché è certa che il buffo maialino le potrà essere di aiuto prima o poi e questo proprio grazie a suoi straordinari poteri.


CAPITOLI - STORIA DRAGON BALL - Prima Serie

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71

--> cap 4 - Yamcha, il ladrone ed il suo compagno Pual!






  Varie relative all'anime piu' amato di sempre  
 
  Sfere del Drago
 
 
 
 
 
 
  Draghi 1 - 2
 
 
 
 







| Policy Disclaimer | Mappa del sito | DB1 DB2 | DBZ1 Z2 Z3 Z4 | DBGT1 GT2 GT3 |
Copyright 2002-2013 Dragonball-Z.IT - Tutti i diritti Riservati