Dragonball - La storia di Dragon Ball - Capitolo 6


| Dragon Ball | Dragonball Z | Dragonball GT | Aggiungi ai Preferiti | Policy Privacy |



Torna alla home di Dragonballz
Goku nella sua versione Anime

 

Storia Dragonball - 6




6- Goku verso il monte padella

- Capitolo 6: Il grande incendio sul Monte Padella -

Qualche giorno più tardi il gruppo arriva finalmente presso il Monte Padella, ma prima di proseguire oltre Olong, ancora molto preoccupato per le sorti dei loro compagni (prima ancora della sua!), decide di mettere in guardia sia Bulma che Son Goku narrando le storie e le leggende che si nascondono dietro la figura misteriosa del grande Stregone del Toro il quale, a detta sua, è un essere assolutamente potente e devastante dal quale sarebbe meglio tenersi molto alla larga. Bulma, però, è troppo determinata a trovare tutte quante le sfere per poter esprimere il suo tanto agognato desiderio e Son Goku, ingenuo, ma sfacciatamente determinato, non vede l'ora di scontrarsi anche con lo Stregone del Toro dal momento che adora tantissimo le sfide! Olong capisce che i due proseguiranno la loro strada e non può fare altro che assecondarli dato che ha mangiato quella tremenda caramella della popò. Allo stesso tempo la scena cambia e scopriamo che Yamcha e Pual stanno ugualmente seguendo i tre avventurieri, curiosi di sapere dove si siano diretti, a gran distanza per essere sicuri di non essere scoperti. Durante il loro girovagare Yamcha e Pual si imbattono in una bella bambina vestita in maniera un po' strana. Ha una specie di bikini rosa e sulla testa ha una specie di casco con una sorta di lama sopra. Dietro ha anche un piccolo mantello, ha gli occhi di colore nero ed i capelli lisci e lunghi dello stesso colore. Dal momento che la bambina pareva essere la figlia di qualcuno molto importante, i due decidono di borseggiare lei certi che si trattasse di un bersaglio molto facile. La bambina, però, dimostra una grandissima forza e potenza e assale Yamcha il quale, però, infastidito dalla sua testardaggine, non può fare a meno che colpirla con forza e atterrarla per terra.

Per nulla impietosito Yamcha lascia la bambina per terra e continua il suo viaggio con il suo fedele compagno Pual. La scena cambia di nuovo e questa volta ci mostra il nostro coraggioso Son Goku il quale, sfidando le fiamme ed il pericolo, cerca di raggiungere la cima del castello dello Stregone del Toro posto su una montagna che stava andando a fuoco da chissà quanto tempo. Nonostante il grande coraggio e la sua determinazione, Son Goku non è per nulla in grado di risolvere la situazione. A questo punto entra in scena niente popo di meno che lo Stregone del Toro in persona, un uomo dai capelli scuri, con una sorta di casco che gli copre gli occhi, con la barba e dalla costituzione davvero grande e massiccia (è alto il triplo rispetto ad un essere umano ed è assolutamente enorme!). L'uomo mette paura a tutta quanta la compagnia tranne che a Son Goku il quale, per nulla intimorito, è anzi molto incuriosito. Lo Stregone del Toro non può fare a meno di notare che il piccolo Son Goku sta calvalcando la famosa Nuvola Spidi (la nuvola d'oro nella versione orginale giapponese) e sapendo che quella strana nuvola era prima di proprietà esclusiva del Genio delle Tartarughe di Mare, Muten. Lo stregone del Toro, quindi, si presenta ai tre avventurieri sostenendo di essere uno degli allievi del genio delle tartarughe di mare, Muten.

Lo stregone del Toro spiega, inoltre a Son Goku che suo nonno adottivo Son Gohan, era anch'egli uno dei grandissimi guerrieri che avevano appreso le arti marziali proprio dal genio delle tartarughe di mare, Muten e che quindi lo conosceva benissimo. Lo stregone del Toro, apprezzando moltissimo gli sforzi di Son Goku, gli dice che l'unico modo per porre finalmente termine a quel tremendo incendio è quello di recuperare il leggendario Ventaglio della Musa che in quel momento si trovava a casa proprio del genio delle tartarughe di mare, Muten. Lo stregone del Toro, quindi, chiede il favore a Son Goku di recuperare il leggendario Ventaglio della Musa e non solo! Gli chiederà anche di ritrovare la sua adorata bambina che era partita di sua iniziativa alla ricerca del mistico artefatto per conto del padre. Per poter permettere al piccolo Son Goku di scovarla, lo Stregon del Toro non mancherà di certo di descrivere com'è fatta fin nei minimi dettagli. Nel frattempo sia Yamcha che Pual stanno spiando, di nascosto e sempre a debita distanza per non essere scoperti, il gruppo dei tre avventurieri. I due scoprono con assoluto terrore che la descrizione dello Stregone del Toro corrispondeva perfettamente alla figura della bambina che avevano incontrato quella stessa mattina e che avevano conciato per le feste. Per paura di rappresaglie da parte del padre, i due si precipitano immediatamente presso il luogo dove avevano messo K O la bambina e fanno il possibile per poterla rinvenire e salvarle, quindi, la vita. La bimba si sveglia dopo poco, ma prima di riprendere i sensi sia Yamcha che Pual fuggono via impauriti dal momento che Son Goku stava giungendo sul posto. Prima di fuggire, comunque, oer una serie di sfortunate coincidenze, Yamcha ha modo di scoprire l'unico grande punto debole di Son Goku, ovvero la coda. Son Goku è molto forte ed ha una forza a dir poco inarrestabile, ma se qualcuno gli prende in mano la coda, tutte quelle forze diminuiscono sensibilmente in relazione anche alla pressione della stretta applicata alla coda stessa. La bambina ha quindi modo di conoscere Son Goku e si presenta subito al bambino il quale eserciterà su di lei subito un grandissimo fascino.

La bimba si presenta con il nome di Chi Chi e dirà a Son Goku di essere fermamente determinata a recuperare il Ventaglio della Musa per conto di suo padre per cui dice di voler seguire Son Goku ad ogni costo. Per convincerlo a non riportarla indietro, si piazza immediatamente sulla Nuvola Spidi, dimostrando, quindi, di essere pura di cuore pure lei. La bimba, durante il viaggio con Son Goku, dirà al bambino di essersi irrimediabilmente innamorata di lui. Dopo poco gfli chiederà se da grande lui la sposerà. Son Goku non sa assolutamente cosa sia il matrimonio e pensando sia qualcosa di divertente, risponde ingenuamente di sì anche quando Chi Chi gli chiederà di prometterle solennemente che quando sarà cresciuta lui verrà a chiedergli la sua mano. Chi Chi strappa a Son Goku la promessa di matrimonio ed è davvero molto felice perché finalmente ha un fidanzato molto carino al suo fianco. Dopo un po' di tempo (poco perché la Nuvola Spidi oltre che essere molto servizievole è anche dannatamente rapida e veloce!) i due bambini giungono sulla famigerata isola del Genio delle Tartarughe di Mare, nel bel mezzo dell'oceano, sicuri che la loro ricerca sia finalmente giunta al termine. I bambini chiederanno al genio delle tartrughe di mare Muten il Ventaglio della Musa, ed il vecchietto all'inizio non saprà nemmeno di che cosa i due stiano parlando.

La vecchia tartaruga, però, spiegherà loro che il genio delle tartarughe di mare aveva usato fino a quel tempo il leggendario Ventaglio come un semplice Ventaglio comune e Muten, ricordandosi dell'oggetto, ammetterà di averlo gettato via perché non pensava fosse così utile. Il genio delle tartarughe di Mare, dimostrando ancora una volta di essere solamente un vecchio pervertito, dirà a Son Goku che potrà spegnere il fuoco che divampa sul Monte Padella, ma ad una unica condizione e cioè che Bulma si lasci toccare il seno da lui. Son Goku acconsente al patto senza nemmeno preoccuparsi di interpellare la diretta interessata e tutti e tre ripartono in direzione del Monte Padella. Il genio delle tartarughe di Mare, una volta lì, si prepara e si concentra e dopo sfodera la sua tecnica segreta ed anche più potente, ovvero la potentissima Onda Energetica - Kame Hame Ha. La forza dell'Onda Energetica - Kame Hame Ha è, però, troppo grande e finisce per distruggere tutto il castello ed anche tutta la montagna Padella, però comunque il vecchietto riesce a spegnere il fuoco e a terminare la missione. Il piccolo Son Goku rimane davvero molto colpito da quella splendida tecnica a dir poco devastante e chiede al genio delle tartarughe di Mare di insegnargliela. Muten, però, dice a Son Goku che la Onda Energetica - Kame Hame Ha è una tecnica davvero troppo sopraffina e complicata per poter essere imparata in pochissimo tempo. In linea di massima, di fatti, per poter essere completamente padroni della tecnica ci vogliono come minimo la bellezza di 50 anni! Son Goku, però, più testardo e caparbio che mai, per puro desiderio di emulazione, si piazza davanti all'auto di Bulma e imita alla perfezione tutte le mosse eseguite in precedenza dal maestro delle tartarurghe di mare Muten e così riesce straordinariamente ad evocare una Onda Energetica - Kame Hame Ha di dimensioni, però, estremamente ridotte.

La piccola onda, però, riesce comunque a distruggere il veicolo di Bulma la quale si arrabbia moltissimo. Allo stesso tempo il genio delle tartarughe di mare rimane davvero molto colpito da quell'evento. Nessuno, fino a quel momento, era riuscito a creare una Onda Energetica - Kame Hame Ha, se pur molto piccola, semplicemente dopo aver visto una sola volta la sua esecuzione. Colpito piacevolmente dal bambino sicuro che egli avesse moltissime potenzialità, Muten dice a Son Goku di volerlo allenare personalmente e gli offre, quindi, la possibilità di recarsi presso la sua abitazione, la Kame House, per imparare a raffinare la Onda Energetica - Kame Hame Ha e ad imparare nuove potentissime tecniche. Son Goku è davvero molto felice di quella proposta spontanea e dice al genio delle tartarughe di mare che verrà sicuramente da lui per allenarsi al massimo delle sue possibilità, ma aggiunge che non può farlo adesso perché era nel bel mezzo di una avventura che egli voleva porre a termine con successo. Solo quando il piccolo Son Goku avrà trovato le sette sfere del drago e avrà terminato la missione di Bulma, potrà iniziare gli esercizi presso il maestro Muten.

Il genio delle tartarughe di mare capisce molto bene la posizione del piccolo Son Goku, ma gli ricorda la promessa che gli aveva fatto... dal momento che aveva spento il fuoco aveva il diritto di toccare il seno della bella Bulma la quale, portando da una parte Son Goku si dice contrariata a concedersi in quel modo. Bulma ha, quindi, un'idea. Ricatta il maialino Olong con la solita caramella della popò e gli ordina di prendere le sue sembianze. Olong si trasformerà, quindi, nella bella Bulma e, se pur molto riluttante, si farà toccare dal vecchio pervertito. Come ringraziamento per tutto quello che i nostri giovani eroi avevano fatto, lo Stregone del Toro fa dono a Bulma di una nuova macchina (dal momento che l'auto di Yamcha era stata irrimediabilmente distrutta dalla prima Kame Hame Ha di Son Goku!) con la quale sia Bulma che i suoi amici Olong e Son Goku potranno riprendere la loro avventura alla ricerca delle sfere del drago mancanti. Ovviamente, a debita distanza si terranno anche lo stesso Yamcha con il suo fedele compagno Pual, entrambi desiderosi di scoprire qualcosa di più circa il reale scopo del viaggio dei tre giovani eroi.

CAPITOLI - STORIA DRAGON BALL - Prima Serie

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71

--> cap 7 - La banda dei conigli cattivi






  Varie relative all'anime piu' amato di sempre  
 
  Sfere del Drago
 
 
 
 
 
 
  Draghi 1 - 2
 
 
 
 







| Policy Disclaimer | Mappa del sito | DB1 DB2 | DBZ1 Z2 Z3 Z4 | DBGT1 GT2 GT3 |
Copyright 2002-2013 Dragonball-Z.IT - Tutti i diritti Riservati