Dragonball Z - Saga degli Androidi e Cell


| Dragon Ball | Dragonball Z | Dragonball GT | Aggiungi ai Preferiti | Policy Privacy |




Torna alla home di Dragonballz
Goku nella sua versione Anime

 

La saga degli Androidi e la saga di Cell



 

Il ragazzo del futuro


È passato più di un anno dalla distruzione di Freezer e di Namecc e infatti i namecciani sono tornati sul loro florido pianeta grazie alle sfere del drago terrestri. I guerrieri Z vivono in modo spensierato e continuano ad allenarsi senza sosta, soprattutto Vegeta, il cui unico scopo è quello di diventare un super sayan e sconfiggere Kakaroth, prendendosi lo scettro di essere più potente dell’universo.
Ma ecco che nella tranquillità generale, un evento scuote l’aria;il buon vecchio Freezer non è morto, infatti anche con l’ultimo colpo Goku decise di lasciarlo in vita e gli fece perdere soltanto conoscenza facendolo disperdere nello spazio; proprio nello spazio l’alieno è stato rintracciato da suo padre che è riuscito a rimetterlo a nuovo grazie alla tecnologia avanzata a disposizione, facendolo diventare un mezzo cyborg.

A questo punto, il malvagio nemico, rinvigorito, si ripropone di abbattere l’incubo che lo tormenta ormai dall’avventura di Namecc ovvero Goku e a questo proposito si dirige verso il pianeta terra con suo padre e il loro esercito a bordo di una navicella. I ragazzi sulla terra avvertono l’aura minacciosa della famiglia che si avvicina sempre più e decidono di recarsi sul luogo del presunto atterraggio; appena approdati sul pianeta i guerrieri nemici vengono immediatamente riconosciuti dai guerrieri Z che ancora impotenti di fronte ad avversari di tale potenza, non possono fare altro che nascondersi. Ma ecco all’improvviso spuntare un aura sconosciuta e molto molto potente; l’energia emanata è molto simile a quella di Goku, infatti si tratta di un sayan. Questo nuovo individuo si lancia contro Freezer e suo padre, dotati di una potenza ancora maggiore rispetto al periodo della prima saga, e si trasforma in super sayan lasciando a bocca aperta i propri avversari: Goku non è l’unico in grado di compiere la trasformazione. Il combattimento dura pochi secondi sotto gli occhi sbigottiti di Vegeta e gli altri infatti con pochi colpi il guerrieri sconosciuto distrugge Freezer, suo padre e tutto l’esercito salvando la terra da una fine catastrofica. In seguito si rivolge ai guerrieri Z che lo stavano osservando e molto educatamente chiede loro di seguirlo e aspettare insieme a lui l’arrivo di Goku, che in tre ore avrebbe raggiunto la terra.

Appena giunto sul suo pianeta, Kakaroth esce dalla navicella con cui stava viaggiando, con il solito sorriso e la solita spensieratezza e saluta i suoi compagni; avvertita l’aura del suo avversario però, gli chiede di presentarsi e questo lo fa lanciandosi contro in un attacco potentissimo. A Goku basta un dito per bloccare la spada del suo avversario rendendolo innocuo, a prova di una potenza che va al di là di ogni limite. A quel punto, lo sconosciuto si presenta: viene dal futuro ed è il figlio di Bulma e Vegeta! Goku rimane senza parole e decide di ascoltare la storia del bizzarro personaggio, unico in grado di raggiungere il primo stadio di super sayan. Egli è venuto dal futuro per avvertire i suoi compagni dell’arrivo di potentissimi cyborg creati dal dottor Gero che avrebbero portato non pochi problemi al pianeta; nella sua epoca infatti sono stati uccisi da questi nemici tutti i guerrieri Z, compresi i più potenti Junior e Vegeta, mentre Goku è stato battuto da una malattia cardiaca, per sconfiggere la quale il figlio di Bulma ha portato una medicina, per evitare il peggio anche nel futuro. Il mondo è caduto nel caos più totale e gli ultimi due superstiti combattenti, lui e Gohan, non sono riusciti a fermare quei nemici potentissimi, nemmeno con la trasformazione in super sayan, facendo si che uccidessero anche Gohan. Il ragazzo di nome Trunks, è quindi tornato indietro nel tempo per avvertire i suoi compagni e per portare Goku con se nel futuro, sperando di poter vincere assieme a lui quei potenti nemici. Ma andrà proprio tutto secondo i piani?



Cambiamenti nel futuro
Tre anni più tardi tutti si ritrovano per individuare e sconfiggere i potenti cyborg, tutti rafforzati dai numerosi allenamenti speciali tenuti. Goku non ha ancora avvertito nessun sintomo della malattia al cuore e si è allenato come non mai. In pochi attimi i cyborg cominciano a mietere vittime in città e i guerrieri Z si catapultano verso di loro. Spostatisi in una zona senza abitanti, può avere inizio la sfida e Goku si lancia contro uno dei due; sono questi due cyborg i numeri diciannove e venti, il primo un essere paffuto e bianco, il secondo è un vecchio con una barba lunghissima. Lo scontro con il numero diciannove ha inizio e Goku sembra in netto vantaggio; secondo dopo secondo però comincia a perdere colpi e ad accusare stanchezza e spossatezza e nonostante la sua potenza sia superiore a quella del suo avversario, non riesce a dargli il colpo di grazia e poco per volta il suo avversario sembra avere la meglio. Kakaroth viene scaraventato al tappeto e si stringe dolorante il cuore e a quel punto Gohan capisce tutto: la malattia cardiaca sta dando i primi segnali. Il cyborg percuote Goku con una violenza inaudita e il nostro beniamino, senza ormai un goccio di energia, non può che subire; gli altri guerrieri Z non possono nemmeno intervenire bloccati dall’altro androide.

A quel punto ecco intervenire in aiuto di Goku, l’unico dei guerrieri che mancavano all’appello, Vegeta. Con un calcio scaraventa lontano il nemico e soccorre Goku, spiegando cosa lo ha ridotto in quello stato, ovvero la trasformazione in super sayan con cui stava combattendo che ha accelerato e potenziato i sintomi della malattia e ridotto il sayan in uno stato pietoso. Yamco e Gohan si occupano di portare a casa Goku per potergli dare i primi soccorsi e farlo riposare, mentre Vegeta, Junior e gli altri si sarebbero occupati degli androidi. Vegeta è adesso in grado di utilizzare la trasformazione in super sayan e sfodera una potenza forse addirittura superiore a Goku e in pochi secondi, mette fuori combattimento il cyborg numero diciannove e lo spedisce all’inferno riducendolo ad un cumulo di ferraglia, con il suo nuovo colpo Big Bang Attacck, un’onda energetica sparata in un unico colpo. A quel punto il secondo androide rimasto da solo contro tutti quei nemici, non può fare che fuggire; ma ecco all’improvviso spuntare Bulma, incuriosita infatti si era portata sul campo di battaglia. Riconosce subito il guerriero numero venti rimasto e lo identifica: è il dottor Gero, non vi sono dubbi. Ai nostri amici si aggiunge inoltre anche Trunks, tornato da poco nel passato per dare una mano ai suoi amici. Il ragazzo osserva stupito il cyborg, non riconoscendolo come uno dei due che nel suo futuro stavano portando tanto scompiglio, infatti i cyborg del suo tempo erano uno maschio e l’altro femmina. Il dottor Gero affronta Junior e poi, accortosi della superiore potenza del suo avversario, fugge e decide di adottare l’unica tattica che avrebbe potuto dimostrarsi utile, svegliare i cyborg numeri diciassette e diciotto, i tanto temuti nemici e quindi si dirige verso il suo laboratorio segreto, immerso in un paesaggio montano.


Naturalmente non essendo umano, non emette nessuna aura e per i nostri nemici individuarlo diviene molto complicato, infatti con estrema facilità riesce a raggiungere il suo laboratorio prima dei suo avversari e riesce a risvegliare i temibili cyborg diciassette e diciotto. Si prevedono dure battaglie, e tra tutti solamente Vegeta sembra essere tranquillo, forte ormai della sua trasformazione in super sayan; non sa però che risulterà più difficile del previsto affrontare quei nemici e con la sua solita spavalderia si dirige verso il laboratorio di Gero.



La potenza dei numeri diciassette e diciotto

Giunto al suo laboratorio, il malvagio scienziato risveglia a malincuore, vista la difficoltà di tenerli sotto controllo, i due temutissimi cyborg diciassette e diciotto costringendoli all’obbedienza assoluta con un telecomando che potrebbe disattivarli in qualsiasi momento. Il maschio, numero diciassette, stanco delle continue minacce dello scienziato, lo attacca e in qualche secondo gli strappa via la testa e la schiaccia mettendo fine all’esistenza del grandioso scienziato. A questo punto i due cyborg risvegliano anche un altro prototipo di androide contenuto in una capsula, il numero sedici, un cyborg molto taciturno e tranquillo, vecchio modello di costruzione che ha una certa aria misteriosa. I guerrieri Z si parano davanti ai nemici che però non sembrano nemmeno considerarli e si allontanano mettendosi alla ricerca di Goku, loro unico obiettivo. Vegeta adirato come non mai li segue, fermamente deciso a sconfiggerli e dimostrargli che hanno fatto un gravissimo errore a sottovalutarlo.

Appena raggiunti si scaglia contro il principe sayan, l’androide numero 18 e inizia una delle battaglie più belle del cartone in cui i colpi si susseguono a velocità impressionante; Vegeta naturalmente è un essere umano e risente della fatica e delle energie sprecate mentre la potenza del cyborg non diminuisce mai e questo è un punto molto vantaggioso. Lo scontro infatti prende una brutta piega per il nostro guerriero che soccombe sotto i colpi della furiosa avversaria, bella e letale; Trunks e Junior e Tensing intervengono e cercano di mettere in salvo il loro amico ma quando gli si para davanti anche l’altro cyborg le cose si complicano e in pochi istanti tutti e quattro vengono atterrati e messi fuori combattimento; addirittura a Vegeta vengono rotte entrambe le braccia. L’unico ad essere risparmiato dai nemici è Crili che approfittando del loro allontanamento, fa mangiare i fagioli magici di Balzar capaci di rigenerare da qualsiasi ferita e tutti i guerrieri del bene si rialzano, sorpresi e adirati dalla potenza suprema dei loro avversari contro cui sembra non esserci nulla da fare. Vegeta è furibondo, nemmeno con la sua nuova potenza è riuscito a tenere testa a quel mostro ed è stato battuto in pochi attimi. Tutti si dirigono a questo punto verso destinazioni differenti.

L’unico che a questo punto può risultare di aiuto è il supremo; Junior infatti ha pensato di riunirsi a lui per poter creare il guerriero namecciano perfetto e raggiungere un livello di combattimento spaventoso, almeno pari a quello dei cyborg. Nel frattempo, mentre il supremo prende la sua decisione, Trunks, Bulma e Crili scoprono una navicella del tempo identica a quella del ragazzo venuto dal futuro e nelle sue vicinanze un bozzolo misteriosissimo. Mentre anche Vegeta pensa ad un piano per abbattere i nemici, quelli si divertono portando scompiglio sulla terra, distruggendo ogni cosa e rifocillandosi in ogni modo, con al loro fianco il sempre misterioso e amante della natura, numero sedici. In alcune città nel frattempo, si nota uno strano fenomeno, infatti gli abitanti sembrano essere scomparsi misteriosamente e le strade sono piene di vestiti vuoti.
Al palazzo del supremo quindi, tutti questi numerosi e misteriosi problemi, non possono fare altro che spingere il supremo ad accettare la fusione dei corpi e così, mantenendo il suo fisico atletico e potente, Junior diviene il super guerriero namecciano, dotato di intelligenza, potenza e velocità, doti fondamentali contro i nuovi nemici. Con la sua straordinaria e nuova forza quindi ,si dirige verso le città in cui si verificano le sparizioni misteriose per individuarne la causa. Trunks e Bulma invece cercano di capire l’origine di quel bozzolo e il motivo per cui sia stato ritrovato in quella foresta vicino ad una navicella del tempo identica a quella del ragazzo; la scoperta che faranno sarà sensazionale.

 



Un nuovo nemico

Junior si è quindi fuso con il supremo per ricreare il guerriero originario che con la potenza acquisita adesso dai due componenti è divenuto un super guerriero namecciano, dotato di poteri superiori addirittura a quelli di un super sayan. Terminata la fusione, si reca immediatamente nei villaggi in cui sono avvenute le misteriose sparizioni e in cui si dice sia stata avvistata una creatura molto particolare simile ad una gigante cicala. Il namecciano si mette quindi sulle tracce di questa misteriosa creatura e seguendo i villaggi che questo mostro ha attaccato, vede sparsi a terra tantissimi vestiti privi di corpo, vuoti. Dopo tanto volare riesce ad avvertire l’aura del nemico e scende a terra per cercare di scovarlo; lo spettacolo a cui assiste è spaventoso, infatti questo mostro dotato di una coda con tanto di pungiglione, assorbe i corpi dei malcapitati e li liquefa dall’interno lasciandone soltanto i vestiti. Junior naturalmente non può fare altro che affrontare il terribile nemico che sembra inoltre essere dotato di una potenza straordinaria quasi pari a quella dei cyborg diciassette e diciotto. La battaglia si fa cruenta e il potente avversario sembra emanare le aure di tutti i guerrieri Z e in più della famiglia Freezer e infatti è proprio questo elemento che spinge Vegeta e gli altri a correre sul luogo della battagli. Il mostro verde blocca il namecciano e gli rende inutilizzabile un braccio succhiandogli energia vitale e quindi racconta la sua storia, pensando che ormai il suo avversario non avrebbe avuto vita lunga visto che senza un braccio sarebbe stato molto limitato in combattimento. Il mostro si chiama Cell ed è l’ennesimo androide creato dal dottor Gero per uccidere Goku ed impadronirsi del mondo intero e inoltre sembra rappresentare la punta di diamante dello scienziato, il risultato del suo grande genio; è un essere composto da tutte le cellule dei più forti guerrieri dell’universo, tra cui anche Freezer e suo padre e infatti riesce ad utilizzare tutte le tecniche dei combattenti da cui è composto, persino la potentissima onda energetica di Goku. Elemento più importante è rappresentato dal fatto che questa creatura, per ora, non rappresenta una grande minaccia, infatti lo stesso Junior sembra essergli molto superiore, ma una volta assorbiti i corpi dei cyborg diciassette e diciotto e ottenuto così il corpo perfetto, l’alieno asserisce di poter divenire imbattibile.

Ascoltata quindi l’intera vicenda, il super namecciano si strappa il braccio malridotto e ne fa ricrescere un altro lasciando a bocca aperta il suo avversario e poi gli si lancia contro. Cell però, approfittando della venuta degli altri guerrieri Z, che attirano l’attenzione di Junior, lancia un colpo del sole, famosa tecnica di Tensing e fugge lasciando l’amaro in bocca al suo avversario; inoltre azzera la sua aura e impedisce così ai suoi avversari di individuarne la posizione. Junior racconta l’assurda storia ai suoi compagni e spiega il motivo per il quale il mostro è tornato nel passato con la navicella di Trunks, dopo aver ucciso il ragazzo nel futuro, ovvero per assorbire i due cyborg diciassette e diciotto che nel suo tempo non riusciva a trovare perché uccisi dallo stesso super sayan. Ascoltata l’assurda storia, tutti corrono ad allenarsi mentre Crili e Trunks vanno al laboratorio del dottor Gero per distruggere l’embrione di Cell ed impedire che possa ripopolare il loro tempo. Nel frattempo il nostro eroe Goku si è ripreso e studia con attenzione l’intera situazione e riesce come sempre a trovare una soluzione; esiste una stanza al palazzo del supremo in cui un anno equivale ad un giorno all’esterno e quindi allenarsi lì permetterebbe di aumentare vertiginosamente la propria forza in pochissimo tempo e superare il limite del super sayan, riuscendo così a sconfiggere sia Cell che i cyborg. Naturalmente i primi ad entrare nella stanza saranno Vegeta e Trunks.

 



Il limite del super sayan è superato


Entrati quindi nella stanza dello spirito e del tempo Trunks e vegeta iniziano ad allenarsi duramente per riuscire a superare il limite del super sayan ed ottenere una potenza inimmaginabile e poter così sconfiggere qualunque avversario e salvare sia la terra presente che quella futura. Nel frattempo Junior per cercare di guadagnare tempo si mette all’inseguimento dei cyborg diciassette e diciotto per evitare che continuino a distruggere città su città. Spostatisi in una zona deserta, Junior e numero diciassette iniziano una durissima battaglia all’ultimo sangue e si scambiano colpi potentissimi a vicenda e violentissime onde di energia e lampi di fuoco. Il combattimento è cruento e intenso e numero diciotto e numero sedici rimangono a guardare la battaglia sbalorditi dalla potenza mostrata dal namecciano che soltanto pochi giorni prima non poteva nemmeno pensare di confrontarsi col suo avversario.

Avvertita l’aura di Junior, cell capisce che i due combattenti si stanno scontrando e raggiunge il campo di battaglia; ormai ha assorbito l’energia vitale di tantissima gente ed ha raggiunto una potenza superiore a quella degli altri cyborg. Detto fatto si catapulta da Junior e diciassette e in approfittando della stanchezza anche dei suoi avversari, li attacca entrambi e riduce il namecciano in fin di vita. A questo punto sembra inevitabile l’assorbimento di diciassette da parte di cell che ha raggiunto una potenza incredibile e propri quando l’androide del dottor Gero sta per essere fatto fuori ecco intervenire il numero sedici a salvargli la vita. Il gigantesco androide, pur essendo un vecchio modello ha una potenza superiore a quella di qualsiasi altro cyborg e addirittura di Cell allo stato attuale e infatti lo attacca in maniera violentissima e gli procura non pochi danni, lasciando i suo amici sbigottiti dalla sua grande potenza. Ma l’androide più perfetto del dottor Gero riesce a sfuggirgli nonostante i ripetuti attacchi subiti e riesce a cogliere di sorpresa c-17 assorbendolo interamente. La situazione a questo punto si complica e non poco, infatti con la sua nuova potenza non farà molta fatica Cell ad assorbire numero diciotto e infatti dopo aver ferito quasi mortalmente numero sedici e averlo messo fuori combattimento, si scaglia contro la ragazza. A salvare i due androidi interviene Tensing che con il suo cannone dell’anima eseguito ripetutamente con tutta la sua forza, tiene lontano il mostro guadagnando il tempo necessario a far fuggire i due cyborg rimasti, su un’altra delle isole circostanti.

Esaurite le forze, il guerriero cade al suolo privo di sensi e Goku teletrasportandosi riesce a salvare sia lui che Junior portandoli con sé al palazzo del supremo. In questo viaggio velocissimo Kakaroth parla per la prima volta con Cell e ne comprende davvero l’enorme potenza e la forza infinita che gli avrebbe reso l’assorbimento di numero diciotto. I due cyborg riescono a nascondersi a dovere e infuriato Cell inizia a distruggere le isole vicine una ad una per far uscire allo scoperto le sue prede, o meglio la sua preda, la ragazza che gli avrebbe fornito il corpo perfetto. Ecco però che dalla stanza dello spirito e del tempo vengono fuori i due guerrieri allenatisi, Trunks e Vegeta; il loro aspetto fiero comunica la grandissima potenza da loro acquisita che potrebbe salvare il mondo per l’ennesima volta dalla disfatta. Immediatamente si dirigono verso Cell e nella stanza dello spirito e del tempo si apprestano ad entrare Goku e suo figlio Gohan, il piccolo ragazzo non ancora in grado nemmeno di trasformarsi in super sayan, che si dimostrerà vitale per la terra. Veloci come il vento, Vegeta e suo figlio volano verso l’isola in cui si trova Cell, ancora alla ricerca dei due cyborg.

 




L’essere perfetto

Cell è furioso e cerca disperatamente la sua preda senza riuscire ad individuarla, distruggendo un isola dietro l’altra,colpo su colpo, con tutti gli abitanti che le abitano, senza risparmiare nessuno. Proprio quando arrivano Vegeta e Trunks, Cell individua numero sedici e numero diciotto su una delle isole rimaste e si dirige lì senza nemmeno considerare i due avversari, senza conoscere la loro effettiva potenza. Vegeta naturalmente, indignato e voglioso di mostrare la propria forza, si lancia sul mostro prima che questi possa arrivare a mettere le mani su numero diciotto. Scaraventato al tappeto da un colpo del principe sayan, il mostro creato dal dottor Gero si infuria e si prepara a far fuori i propri avversari senza sapere quel che lo attende. Vegeta con il solito ghigno divertito e una sicurezza mai viste prima carica tutta la sua potenza; dapprima si trasforma in super sayan e poi inizia a irrigidire ogni singolo muscolo e a concentrare ogni singolo sprazzo di energia del suo corpo.

I suoi muscoli iniziano a gonfiarsi e la sua aura emana una energia alquanto spaventosa, la sua potenza è straordinaria, Super Vegeta è lì davanti a Cell, che avvertita l’aura straordinaria del nemico, inizia a temere anche egli il peggio. Il mostro però deve assolutamente recuperare il suo corpo perfetto e assorbire numero diciotto quindi lo scoglio da superare deve essere superato. Inizia una battaglia durissima ma la potenza di Vegeta è talmente distruttiva che non è lontanamente paragonabile a quella del suo avversario nonostante questi abbia assorbito già uno dei due cyborg. I colpi del principe sayan sono potenti, veloci e precisi e Cell vola da una parte all’altra dello scenario subendo botta su botta con tremenda forza. Riporta numerose ferite e atterrito e spaventato si accorge di aver commesso un gravissimo errore a sottovalutare il suo avversario che continua a suonargliele di santa ragione.

A questo punto l’androide non può che sperare di acquistare il corpo perfetto che gli darebbe matematica vittoria e chiede a Vegeta di lasciargli assorbire numero diciotto per combattere al massimo della propria forza. Nel frattempo, Crili si avvicina al cyborg donna, con un marchingegno nella mano costruito da Bulma per distruggere gli androidi costruiti dallo scienziato Gero. Il piccolo guerriero però, vinto dall’amore che prova per la ragazza (un autentico colpo di fulmine) non riesce a trovare il coraggio per premere il pulsante di distruzione e al contrario distrugge il telecomando mandando in fumo tutti i piani di Bulma, anche perché comunque sembra che Vegeta non abbia nessun problema a sistemare il nemico. Unico punto debole del principe sayan è la sua voglia di essere il migliore e di sapere che non esiste nessuno al di sopra di lui; è proprio per questo motivo che si lascia convincere da Cell e gli permette di cercare liberamente numero diciotto. Trunks naturalmente, temendo per l’incolumità della terra, si schiera contro suo padre e affronta sia uno che l’altro nel tentativo di impedire al cyborg di assorbire numero diciotto; tutti gli sforzi del ragazzo però si rivelano inutili e in pochi attimi viene mandato al tappeto dal padre contro cui non ha il coraggio di combattere impegnandosi.

Cell individua il cyborg che gli abbisogna per la sua trasformazione finale e si dirige ad una velocita pazzesca verso di lui e in pochi secondi, nonostante gli sforzi della ragazza per respingerlo, riesce ad assorbirla senza fatica. All’improvviso una potentissima sfera di energia avvolge il mostro creato da Gero e al suo interno avviene la mutazione; il suo corpo ha sempre più l’aspetto di un umano misto ad un alieno e sembra acquistare perfezione estetica, mostrando un’altezza perfetta e un muscolatura possente e definita. Vani sono gli sforzi di Trunks per entrare nella sfera di energia e impedire la trasformazione, viene infatti respinto senza nessun particolare sforzo da tutta l’energia sprigionata. Nel frattempo Vegeta se ne sta lì fermo, sorride e prova immensa soddisfazione e una contentezza unica per il fatto di dover affrontare quel potentissimo nemico e dimostrare di essere il più forte, senza nemmeno sapere però quale terribile forza nascondi il Cell perfetto.

 


Trunks interviene

La sfera di energia si prosciuga e lascia intravedere l’essere perfetto, l’esperimento più folle del dottor Gero, l’androide perfetto composto da tutte le cellule dei più forti guerrieri dello spazio comprese quelle dei due cyborg adesso. Il suo corpo è perfetto da tutti i punti di vista e mostra una potenza immensa, un’aura spaventosa oltre ogni limite. Crili è il primo a sperimentare la potenza devastante del nuovo avversario, infatti colmo di rabbia a causa dell’assorbimento di numero diciotto, il piccolo guerriero si lancia contro quel mostro e inizia a colpirlo con tutta la sua forza; Cell si scalda senza nemmeno avvertire i suoi colpi e con un calcio ben assestato spezza l’osso del collo al migliore amico di Goku mettendolo fuori combattimento. Trunks corre subito in soccorso del suo amico e con un fagiolo di Balzar lo rimette in sesto; Crili è impaurito dalla potenza del suo avversario e dice di non aver mai provato nulla di simile, tanto che crede che nemmeno Super Vegeta riuscirà a far niente contro quel potentissimo nemico.

Per l’appunto comincia la battagli tra Vegeta e Cell; il principe sayan scaglia dei colpi con una forza straordinaria ma l’androide sembra non accusarne nessuno e rimani in piedi qualunque sia la potenza del colpo di Vegeta. Dal canto suo il principe orgoglioso dei sayan, inizia a temere il suo nemico vista la straordinaria potenza che inizia a mostrare e l’impotenza dei suoi colpi e inizia a pensare di aver avuto una pessima idea a permettergli di formare il corpo perfetto, ormai non ha più nessuna chance, il loro livello di forza è divenuto troppo impari. Cell si scaglia subito contro di lui e inizia a restituirgli colpo su colpo ogni danno ricevuto prima dell’assorbimento di numero diciotto e concia per le feste il nostro super sayan.

A Vegeta non rimane che un’unica tecnica segreta dalla potenza spaventosa che potrebbe salvargli la vita: il Final Flash Attack. Consiste nel concentrare tutta la propria energia tra le mani e scagliare un raggio di impressionante energia verso il proprio avversario; addirittura la terra rischia di scomparire a causa di questo colpo così potente ma il super sayan non sembra avere molto a cuore né il pianeta né la vita di chi lo abita, gli interessa soltanto primeggiare e così raccolte tutte le energie si prepara a lanciare il suo raggio energetico. Cell ormai forte della sua trasformazione, non sembra essere preoccupato dalla tecnica avversaria e rimane indifferente sulla sua posizione; ma all’improvviso ecco partire un raggio di potenza incredibile che sembra colpire in pieno l’avversario e distruggere tutto ciò che gli stava dietro; addirittura il raggio continua a viaggiare nello spazio circostante la terra. Vegeta canta vittoria e crede di aver sconfitto il proprio avversario; da una nuvola di fumo però ecco comparire Cell. Le sue condizioni sono pietose, gli manca il busto per metà e Vegeta naturalmente gode per la vittoria che si avvicina. Piccolo particolare però è il fatto che nel corpo dell’androide vi sono anche le cellule di Junior e quindi è in grado di rigenerarsi e infatti in pochi attimi ritorna come nuovo, con un dispendio di energia minimo. Vegeta atterrito non sa più che pesci pigliare e si arrende impotente sotto i colpi del nemico che lo stende in pochi secondi con pochi colpi ben assestati, facendogli perdere i sensi. A questo punto Trunks non può far altro che intervenire e mostrare la sua potenza immensa; durante l’allenamento nella stanza dello spirito e del tempo infatti, era riuscito a superare perfino l’immenso potere di suo padre e fino ad allora non era intervenuto perché conosceva il suo smisurato orgoglio e sapeva che Vegeta avrebbe preferito più essere sconfitto dal suo avversario che essere aiutato da suo figlio. Crili rimane immobile a guardare, sperando nella forza incredibile del suo amico.

 

Il Cell game

Dopo aver assistito impotente alla sconfitta di suo padre, il mezzo sangue sayan si scaglia contro il terribile nemico.Lo scontro tra Cell e Trunks è di sicuro molto intenso e bello e i due guerrieri si scambiano colpi ripetuti con estrema forza; il sayan allora aumenta ancora il suo livello combattivo fino all’estremo e la sua massa muscolare si gonfia senza limite trasformandolo in un energumeno. Lo scontro continua e Cell si difende più che bene; appena però decide di utilizzare quasi la sua piena potenza, il super sayan va in difficoltà e non riesce più a colpirlo, muovendosi quello molto più velocemente di lui. Il segreto della forza di Trunks consisteva in effetti nell’aumentare la sua massa muscolare e di conseguenza la sua forza, facendo così però non faceva altro che diminuire la sua velocità.

Lui quindi pensava di aver superato suo padre senza pensare che anche il principe sayan avrebbe potuto fare altrimenti ma che appunto per esperienza aveva evitato di farlo, sapendo che si sarebbe dimostrato inutile. Compreso il grave errore, Trunks si arrende e dice a Cell di decidere delle sorti sue e di quelle del mondo visto che ormai nessuno sarebbe stato più in grado di fronteggiarlo; Goku infatti aveva appena cominciato l’allenamento e prima di terminarlo dovevano trascorrere ventiquattro ore, un tempo cioè troppo lungo. Cell a questo punto risparmia il suo avversario chiedendogli se era possibile per loro allenarsi ancora in una settimana e diventare ancora più potenti, visti gli straordinari miglioramenti fatti in un giorno solo. Questo naturalmente dimostra la voglia del terribile mostro di provare la sua potenza e di dimostrare a tutti di essere l’essere più completo e perfetto e soltanto grazie ai guerrieri Z poteva mettere a prova la sua potenza infinita. risponde affermativamente e quindi l’androide decide di attendere una settimana per far allenare i suoi avversari e sfidarli in un torneo all’ultimo sangue, il Cell game.

Tornati quindi al palazzo del supremo, Trunks, Vegeta e Crili raccontano l’accaduto e poco dopo vien fuori dalla stanza dello spirito e del tempo Goku con suo figlio Gohan, entrambi trasformati in super sayan ma con una calma apparente incredibile. Kakaroth ha infatti pensato di restare trasformato in super sayan per abituare il suo corpo allo sforzo a cui la trasformazione lo sottoponeva e per imparare a restare calmo una volta diventato il guerriero leggendario; per il piccolo Gohan, finalmente super sayan, vale lo stesso discorso.
Appreso lo sviluppo della situazione, Goku è entusiasta e si prepara psicologicamente per il torneo, infatti mentre gli altri preferiscono allenarsi ancora nella stanza speciale, Gohan e suo padre, dopo essersi allenati per tre giorni sulla terra, si riposano per altri tre giorni. Goku sembra tranquillo e mostra una sicurezza incredibile, ma più che convinto delle sue potenzialità, sembra mostrare una fiducia totale in suo figlio, che nella stanza dello spirito e del tempo ha mostrato una potenza spaventosa.

Trascorsa quindi la fatidica settimana, tutti i guerrieri Z si incontrano nel luogo prestabilito per disputare il torneo e trovano lì un individuo buffo, il campione del mondo di wrestling, convinto di poter sconfiggere il più potente degli esseri mai esistiti nell’universo. Inutile aggiungere che rimarrà sul ring solamente pochi secondi e poi sarà sbattuto fuori da Cell con un leggero aumento dell’aura soltanto. Eliminato quindi l’impiccio, si deve fare sul serio e sul ring sale per primo proprio il più forte, Goku. Nei suoi occhi e in quelli di Cell c’è una luce strana, finalmente il momento atteso da entrambi è finalmente giunto, sono uno di fronte all’altro, i due guerrieri più potenti dell’universo.

 



Una battaglia durissima

Inizia lo scontro tra Goku super sayan e il grande e potentissimo Cell perfetto. La battaglia è durissima e Goku mostra una potenza strepitosa, frutto dell’allenamento nella stanza dello spirito e del tempo; la sua velocità e la sua potenza sono al di sopra di ogni guerriero Z e nemmeno Vegeta è riuscito a raggiungere quell’incredibile potenza nonostante si sia allenato due giorni nella stanza dello spirito e del tempo e rimane incredulo, a bocca aperta davanti a quel combattimento: Goku e Cell sono fortissimi, forti come nessuno mai prima d’allora e le loro capacità sembrano equivalersi tanto che i colpi vengono dati e ricevuti da entrambi.

Il super sayan ce la mette tutta e attacca il suo avversario con ogni tecnica possibile ma l’androide sembra essere davvero il capolavoro eccellente del dottor Gero, non mostra punti deboli e non sembra possedere nessun tallone d’Achille; dopo vari tentativi, il potentissimo guerriero leggendario non può che usare l’intelligenza per cercare di abbattere il suo avversario e mentre carica una onda energetica di potenza mostruosa, utilizza il tele-trasporto all’ultimo momento e si porta sotto Cell per colpirlo in pieno. Il piano funziona al 100%, ma una piccola sfumatura rovina tutto; nonostante la parte superiore del busto, compresa la testa, è stata disintegrata, il mostro si rialza e rigenera la parte del corpo distrutto grazie alle cellule di Junior e ritorna in battaglia più felice che mai per aver trovato un avversario così forte. Tutti a bordo ring sono stupiti dalla potenza eccezionale e dallo spettacolo incredibile creato dai due combattenti e dopo un lunghissimo combattimento sia Cell che Goku si consumano moltissimo e il loro livello combattivo si riduce di tanto. Sfinito più del suo avversario, Goku decide di arrendersi e di lasciare il posto all’unico combattente che potrebbe avere qualche chance contro quel nemico, ovvero Gohan.

Il ragazzo infatti è l’unico che non sembra essere spaventato dalla potenza del nemico e che addirittura non pensava stessero facendo sul serio sia suo padre che Cell. Kakaroth e i suoi compagni rimangono a guardare. Cell si rigenera con un fagiolo di Balzar datogli da Goku e si scaglia contro il ragazzino che sembra tenergli testa; dopo un po’ però la netta superiorità dell’androide vien fuori e il super sayan inizia a subire colpi; suo padre lo incita e lo invita ad arrabbiarsi e sfruttare in questo modo tutta la sua potenza, ma il ragazzo, nato più per studiare che per lottare, non riesce a tirar fuori tutta la sua rabbia e viene ripetutamente percosso da Cell. Il suo avversario inoltre inizia ad incuriosirsi e per provocarlo, fa uscire dalla sua coda sette piccole sue copie e le invia contro i guerrieri a bordo del ring; tranne Vegeta, Trunks, Junior e Goku (che non avendo mangiato nemmeno un fagiolo di Balzar, è esausto) nessuno riesce a tenere testa a quei piccoli e potenti avversari e i più deboli rischiano la vita a causa dei potenti colpi degli avversari; Gohan inizia ad arrabbiarsi e raggiunge il culmine quando l’androide uccide numero sedici, il cui cuore dolce e tenero lo distingueva dagli altri cyborg.

Il robot del dottor Gero fa lanciare la sua testa, unico pezzo del suo corpo rimasto intatto, verso Gohan e inizia a parlargli e a supplicarlo di salvare la natura e gli animali a cui lui voleva tanto bene e a distruggere Cell per far si che non accada mai niente a quelle innocenti creature; il cyborg non ha ancora finito il suo discorso quando il potentissimo avversario di Gohan schiaccia la sua testa riducendo anche quella in mille pezzi davanti agli occhi sbalorditi del piccolo super sayan; la cattiveria di Cell sembra non avere limiti e questo manda in escandescenza anche il calmissimo Gohan che perde completamente il controllo e supera il limite estremo del super sayan trasformandosi in super sayan di secondo livello. Il grido del super sayan due riecheggia nella valle e intimorisce qualunque creatura, Cell inizia a fremere dalla voglia di testare il suo avversario e gli si lancia contro; i suoi colpi vengono schivati uno ad uno dal suo avversario che con sette colpi distrugge anche le sette copie del malvagio androide, salvando i suoi compagni dalla morte. Lo sorti del match si capovolgono e Cell inizia ad avere la peggio; i colpi di Gohan sono talmente potenti da ridurre il suo avversario all’impotenza e addirittura con un pugno nello stomaco riesce a fargli sputare anche i due cyborg assorbiti e a farlo tornare allo stato primo. A quel punto il nemico della terra inizia a rendersi conto della superiorità incredibile del suo avversario e ricorre all’auto distruzione con cui avrebbe disintegrato la terra e i suoi abitanti anche a spesa della sua stessa vita, ma prontamente Goku con il tele-trasporto lo trasporta sul pianeta di re Kaioh e salva la terra dalla distruzione a scapito della sua vita.

Tutto sembra essere ormai finito, quando all’improvviso si avverte ancora l’aura di Cell; tornato in vita grazie al fatto che il suo nucleo centrale non è stato distrutto, il potentissimo alieno si tele-trasporta sulla terra grazie alla tecnica di Goku. La sua potenza è addirittura aumentata e le cose si complicano quando per salvare la vita a Vegeta, Gohan fa da scudo contro un raggio energetico lanciato dall’androide e si ferisce ad un braccio. Cell ormai sicuro della vittoria, carica tutte le sue energie in una onda energetica che spara verso il suo nemico; il super sayan risponde e concentrando tutte le sue forze, con l’aiuto di Goku che lo sprona dall’aldilà e con l’intervento di Vegeta che distrae Cell, travolge con un onda energetica di potenza indescrivibile il suo avversario cancellandolo per sempre dalla faccia della terra. L’incubo Cell è finito e i ragazzi possono tornare alla loro vita normale;c’è grandissimo dispiacere per la morte di Goku che chiede di rimanere nell’aldilà per poter essere allenato dai grandi maestri delle galassie del mondo dei morti.

Con le sfere del drago i guerrieri Z riportano tutto alla normalità e tolgono anche i dispositivi di autodistruzione dai corpi di numero diciassette e diciotto che, convertitisi al bene, non rappresenteranno mai più un problema per l’umanità. Lo sono invece ancora nel futuro di Trunks, ma il ragazzo con la forza che possiede, torna nel suo tempo e distrugge sia i due androidi che Cell, impedendo al miracolo vivente del dottor Gero, di rubargli la navicella e portare scompiglio nel passato. Tutto è bene quel che finisce bene e la terra si prepara ad un altro periodo di pace, anche se non molto duraturo.








  Varie relative all'anime piu' amato di sempre  
 
  Sfere del Drago
 
 
 
 
 
 
  Draghi 1 - 2
 
 
 
 







| Policy Disclaimer | Mappa del sito | DB1 DB2 | DBZ1 Z2 Z3 Z4 | DBGT1 GT2 GT3 |
Copyright 2002-2013 Dragonball-Z.IT - Tutti i diritti Riservati